Isole Esterne

Bookmark and Share

Ambae (405 km2)
Coperta da una fitta foresta pluviale, quest’isola si dice che fu di ispirazione a James Michener nell’immaginare l’isola di Bali Hai nel suo romanzo epico “Le Storie del Sud Pacifico”. Il punto più elevato dell’isola è Mt. Lombenden, un vulcano semi-attivo i cui tre crateri formano altrettanti laghi con acqua calda termale. Ambae è famosa per i suoi disegni di sabbia che assomigliano ad una rosa e rappresentano il laplap (piatto nazionale di Vanuatu). Nell’isola sono presenti strutture ricettive semplice, in stile isolano, ed un ospedale a Lolowai.
 
Ambrym (680 km2)
Ambrym è uno dei pochi posti al mondo dove è possibile ammirare dei laghi attivi di lava. I vulcani gemelli dell’isola, Mt Benbow (1.159 m) e Mt Marum (1.270 m), ancora tuonano e da alcune piccole crepe nel terreno fuoriescono lava e vapore. Raggiungendo il bordo del cratere del Mount Marum, è possibile godersi lo spettacolo del centro del lago di lava che turbina e sfrigola con una furia infinita. Le camminate ai vulcani possono essere organizzate sia da Lalinda nel sud, sia da Ranon nel nord. Ambrym è conosciuta per le sue straordinarie sculture in legno, pietra e felce e per le colorate danze tradizionali (inclusa la danza degli spiriti Rom). Air Vanuatu offre collegamenti per Ambrym cinque volte a settimana. Ci sono due aeroporti, Craig Cove e Ulei.
 
Aneityum (162 km2)
Montuosa e ricoperta da giungla, Aneityum è l’isola abitata più a sud dell’arcipelago. Quest’isola vulcanica è circondata dalla barriera corallina ed è ideale per lo snorkeling. Belle spiagge di sabbia bianca segnano la riva, aggiungendole un fascino naturale. Nel lussureggiante interno si possono trovare kauris giganti e cascate. L’idilliaca Mystery Island (Inyeug) – una fermata d’obbligo delle crociere – è circondata da magnifiche acque turchesi ed avventurosi sposini in viaggio di nozze possono dormire nella sua guesthouse. L’unico servizio medico dell’isola si trova ad Anelghowhat.
 
Banks & Torres (851 km2)
Le isole più settentrionali di Vanuatu sono anche le più vicine all’Equatore. Le isole principali tra le Banks sono Vanua Lava, Gaua e Mota Lava – una bella isola con i picchi ricoperti dalla giungla e da palme – circondate da spiagge di sabbia. La popolazione residente di Gaua ammonta a 1.300 persone che vivono nella costa nord-orientale dove la cultura locale è ancora molto radicata. Gaua presenta un bel paesaggio coronato da un vulcano attivo, Mount Garet ( 797 m), con torri che si erigono sopra un lago vulcanico dell’entroterra. Il gruppo delle isole Torres, nell’estremo nord, è il più remoto dell’arcipelago e presenta delle bellissime spiagge di sabbia bianca.
 
Epi (444 km2)
Epi è una pacifica isola con graziose insenature e spiagge coperte di sabbia alternate a scogliere e l’interno rivestito da una folta foresta pluviale. Ci sono diversi piccoli laghi dov’è possibile pescare e farsi una bella nuotata. Ad Epi è possibile soggiornare presso dei semplici bungalow al Paradise Sunset Bungalows, a pochi minuti di cammino dalla pista d’atterraggio costiera, e all’Epi Island Beach Guesthouse. La spiaggia di Lamen Bay è considerata la più bella di Epi, con possibilità di ottimo snorkeling. La baia è popolata da diversi dugong (lamantini) – in particolare c’è un esemplare maschio molto addomesticato che nuota spesso con gli uomini. Appena poco fuori, la graziosa Lamen Island presenta una spiaggia di sabbia bianca. Anche Namuka Island, oltre l’angolo meridionale di Epi, dispone di spiagge di sabbia bianca ed una bella scogliera, mentre a Lopevi Island si trova il vulcano fumante di Epi. Vicino al villaggio costiero di Votlo ci sono due sorgenti di acqua calda. A Vaemali si trova un centro sanitario e i due maggiori aeroporti sono a Lamen Bay e Valesdir.
 
Erromango (975 km2)
Situata nella zona sud dell’arcipelago, quest’isola montuosa e prevalentemente coperta da foreste è una delle più grandi di Vanuatu e con la più bassa densità di popolazione. Erromango è una delle migliori isole per le passeggiate nel bosco e il suo paesaggio lussureggiante può vantarsi di alcune delle più belle foreste kauri al mondo. Una delle attività interessanti in quest’isola è esplorare i dintorni di Suvu Beach, una spiaggia di sabbia bianca con antiche pitture rupestri in alcune caverne. La Metesons Guesthouse è situata sulla riva di un fiume vicino al villaggio di Uponkgor nella Dillon Bay. C’è una postazione di primo soccorso a Port Narvin e cliniche a Dillon Bay e Ipota. Anche le due principali piste di atterraggio si trovano a Dillon Bay e Ipota.
 
Malakula (2023 km2)
L’entroterra di Malakula è ricoperta da una lussureggiante foresta pluviale e la maggior parte dei suoi abitanti vive in villaggi sulla costa. È la seconda isola di Vanuatu per dimensioni e quella con più alte diversità culturali. Al suo interno sono parlate più di 30 lingue differenti, ognuna delle quali rappresenta una variante delle culture riscontrabili sull’isola. L’arte e gli oggetti rituali di Malakula sono tra i più belli del paese e l’isola è anche famosa per le complesse cerimonie ed i rituali preservati da due delle sue tribù – i Big Nambas e gli Small Nambas. Le tre principali piste d’atterraggio si trovano a Norsup, Lamap e South West Bay. Operano voli giornalieri da Port Vila e Santo.
 
Maewo (269 km2)
La spettacolare costa nord di questa stretta isola vulcanica è puntellata da spiagge di sabbia nera. Maewo è l’isola con maggiori precipitazioni di Vanuatu ed ha alcune delle cascate più spettacolari. È un luogo ottimale per il birdwatching, in particolar modo ai piedi della catena montuosa centrale e lungo la costa sud-orientale. Maewo è rinomata per le sue antiche società segrete e per le sue molteplici danze tradizionali. Ci sono cliniche mediche a Kerebei, Nasawa, Marino, Narovorovo e Asanvari. L’aeroporto è a Naone. Ci sono dei voli di collegamento all’isola di Mercoledì e Venerdì.
 
Pentecost (438 km2)
L’isola di Pentecost è diventata famosa in tutto il mondo per essere la patria di una pittoresca e pericoloso cerimonia di tuffi in terra (Nagol) che ha luogo ogni anno durante la raccolta dell’igname. Questo rituale ultracentenario è praticato nel sud di Pentecost e si pensa che sia il padre ispiratore del moderno bungee jumping. I tuffi in terra (allacciati a liane) hanno luogo ad Aprile, magio e Giugno. La maggior parte della popolazione è concentrata nella zona nord dell’isola e sulla costa occidentale, mentre l’entroterra è per lo più coperto da una fitta foresta con cascate e fiumi. Pentecost ha alcuni buoni sentieri che percorrono il bosco e i suoi limpidi fiumi sono l’ideale per una nuotata rinfrescante nelle giornate più calde. A Melsisi è presente un ospedale e ci sono cliniche e postazioni di primo soccorso in diversi villaggi. Nei due aeroporti dell’isolano operano dei voli da Port Vila e Santo (via Longana e Walaha, Ambae) quattro volte a settimana.